JUGOSLAV

 
Jugo a Torino  
Jugoslav (2004) è arrivato a Torino dalla Serbia a ottobre 2004 per un trapianto di rene. La sua famiglia è kosovara di origine rom, costretta a vivere profuga in Serbia per la difficile situazione politica postbellica nel Kosovo. Jugo è affetto dalla nascita dalla sindrome di Jeune che, oltre a causare gravi problemi renali, provoca tra gli altri effetti nanismo. Nonostante la sua difficile situazione sia fisica che sociale ha un bellissimo carattere, è intelligente e simpatico, determinato, affidabile, ha imparato l’italiano con rapidità ed è sempre pronto alla battuta arguta. E’ diventato l’interprete ufficiale del reparto di Nefrologia Pediatrica e la mascotte di tutti i medici e infermieri. Trapiantato il 9 giugno 2005 all'Ospedale Regina Margherita di Torino, alla fine di luglio è rientrato in Serbia. La sua famiglia qualche mese dopo il rientro è stata costretta dalla mancanza di lavoro a tornare in Kosovo dove attualmente vive in una situazione ambientale ed economica molto precaria, sia dal punto di vista economico che sanitario. La nostra associazione sta cercando di inventarsi qualche soluzione in grado di garantire a lui e alla sua famiglia i requisiti minimi per la sopravvivenza.